Venerdì 26 Gennaio 2018, presso l’auditorium del Liceo “Santi Savarino” di Partinico, la sezione Fidapa ha presentato il libro di Melinda Zacco “Lampi di memoria- La Grande Guerra a Palermo”. La collaborazione FIDAPA- LICEO S.SAVARINO continua grazie alla disponibilità della D. S. Chiara Gibilaro che accoglie sempre con entusiasmo le nostre proposte. Il libro è un interessante saggio sulle conseguenze della Grande Guerra nella nostra isola , regione che, pur essendo la più lontana dal fronte, è quella che ha pagato un altissimo prezzo alla causa della Patria con la perdita di moltissimi uomini. L’obiettivio dell’Autrice è  puntato soprattutto su Palermo e provincia, sul coinvolgimento di giovani di ogni classe sociale che sono partiti per il fronte e non sono più tornati come il ventiquattrenne Giornalista partinicese Salvatore Serretta o  i fratelli Principi Ignazio e Manfredi Lanza di Trabia, figli di Giulia Florio. Ma è anche un ‘occasione di riflessione sul ruolo delle Donne durante la Grande Guerra: donne che hanno saputo subito prendersi le responsabilità in assenza degli uomini chiamati al fronte, che hanno iniziato a svolgere quei mestieri che erano soltanto maschili e che si sono prodigate nell’assistenza materiale e morale dei soldati fornendo indumenti da loro realizzati, curando i feriti e perfino sostenendo il morale dei soldati attraverso un rapporto epistolare che la “madrina di guerra” intratteneva con essi.   Dopo i saluti della D.S. Chiara Gibilaro e della Presidente Fidapa Rosalba Ferro hanno parlato del libro  la Prof.Cenzina Oliveri Torres, past Presidente Fidapa Partinico, il Prof. Manlio Corselli, associato cattedra di Filosofia politica dell’Università di Palermo, il Prof. Fortunato Arena, Docente a Contratto Ist. di Radiologia Università di Palermo e l’Autrice, la giornalista Melinda Zacco. Le relazioni sono state accompagnate da una ricca ed interessante  sequenza di immagini, di documenti, di memorie organizzate in  un PPT creato dalle Socie Fina Turdo e Cenzina Oliveri  Torres. Agli alunni è stato attribuito un attestato di credito dalla Dirigente Scolastica.