A Palermo, nella splendida cornice del Palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea Regionale Siciliana, che celebra le vestigia della nostra storia più antica; nella storica Sala Gialla, intitolata a Pier Santi Mattarella, martire della legalità, il 3 di ottobre 2018, si sono tenuti i lavori del Convegno “ Violenza contro le Donne, Progettualità a confronto”, interamente dedicati al Goal 5 dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

Al Convegno hanno presenziato  le massime autorità Fidapa BPW Italy e BPW International.

La Presidente della BPW International, Amany Asfour, la Vicepresidente Nazionale, in rappresentanza della Presidente Nazionale, Cettina Oliveri, la Financial Officer BPW International, Giuseppina Seidita, la Presidente Fidapa BPW Italy Distretto Sicilia, Cettina Corallo, che hanno avviato l’incontro con i saluti istituzionali.

Presenti, inoltre, la Vicepresidente Distretto Sicilia, Maria Ciancitto, la Tesoriera Distretto Sicilia Letizia Bonanno, la Past Presidente  Distretto Sicilia, Rosa Maria La Scola, numerose Presidenti di Sezione e un folto pubblico.

La Past Presidente Distretto Sicilia, Rosa Maria La Scola, ha aperto i lavori ed egregiamente coordinato gli interventi.

Hanno porto il saluto di benvenuto, a nome  dell’ARS, l’On. Gaetano Galvagno, deputato segretario; a nome delle due sezioni di Palermo: la presidente Palermo Felicissima, Maria Grazia Todaro, e Palermo Mondello, Patrizia La Mantia.

La manifestazione, centrando l’attenzione sui traguardi dell’obiettivo sulla Parità di genere in particolare il 5.2, eliminazione della violenza contro le donne, e il  5.3, eliminazione delle pratiche nocive per le donne, parte dall’assunto che tutte le discriminazioni e le violenze perpetrate nei confronti delle donne siano una violazione dei diritti umani così come sancito dalla Convenzione di Istanbul nell’art 3 “con l’espressione violenza nei confronti delle donne si intende designare una violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione contro le donne, comprendente tutti gli atti di violenza fondati sul genere … comprese le minacce di compiere tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica, che in quella privata”.

Nell’ambito dei diritti umani violati i primi due interventi:

il primo di Giuseppina Seidita, Past Presidente nazionale nonché Financial Officer BPW International,   chair della Task Force BPW International “Child Marriage”, che ci ha illustrato  la questione proposta e quanto si sta mettendo in atto a livello internazionale, per contrastare il triste fenomeno dei matrimoni precoci che vedono delle piccolissime donne, schiave senza diritti,  date in sposa dalla famiglia ad uomini maturi.

Il secondo della Presidente Distretto Sicilia, Cettina Corallo, ginecologa, che ha preso in esame con minuziosa attenzione la pratica tradizionale e culturale delle mutilazioni genitali femminili che causa, nei paesi dove tale mutilazione si pratica, la  condanna di milioni di donne a sofferenze e complicazioni intollerabili.

Tale usanza  viene eseguita soprattutto in Africa, ma, a causa dei flussi migratori che provengono da tale continente, viene perpetrata anche nei paesi di accoglienza.

Si è passato quindi alla presentazione del progetto AMORU’

Dalla considerazione che poco si è fatto e si fa a Palermo e provincia per assistere le donne vittime di violenza domestica , nasce il progetto “AMORU’”, grazie al sostegno economico della Fondazione CON IL SUD, con una rete territoriale antiviolenza di cui è capofila la LIFE AND LIFE, organizzazione umanitaria internazionale, e, tra le altre associazioni che ne fanno parte, le tre sezioni di Altavilla Milicia, Bagheria, Villabate della Fidapa BPW Italy  e con  il Distretto Sicilia quale portatore di interesse

La Relatrice, Vice Presidente della LIFE AND LIFE, Valentina Cicirello,  operatrice umanitaria, esperta di cooperazione internazionale e locale, ci ha esposto, con dovizia di particolari e con grande entusiasmo, le attività svolte dalla organizzazione di cui fa parte e  le linee fondamentali del progetto AMORU’.

Ha continuato l’esposizione e la presentazione del progetto, la Past Presidente della sezione di Villabate, Liliana Pitarresi, la quale, nel passato biennio, ha coinvolto le tre sezioni vicine territorialmente ed il Distretto Sicilia nell’adesione alla rete territoriale antiviolenza. Saranno costituiti tre centri di ascolto e una casa protetta, che accoglierà donne vittime di violenza con i loro bambini. Sarà  avviata una cooperativa sociale per la gestione di alcuni terreni, sottratti alla mafia, e la vendita di prodotti agricoli che porterà le donne bisognose di assistenza ad acquisire competenze e autonomia economica. Si terranno, inoltre, incontri tematici nelle scuole.

Per concludere la Past Presidente del Distretto Sicilia, Rosa Maria La Scola, ha mostrato un  power point relativo alle manifestazioni tenutesi, con il suo coordinamento, nel Distretto Sicilia, nell’ambito della trattazione del Tema Internazionale.

Ha chiuso il Convegno la Presidente Internazionale Amany Asfour, la quale ci ha delucidato  sulle iniziative implementate dalla BPW International e, principalmente, sul tema internazionale “EMPOWERING WOMEN TO REALIZE SUSTAINABLE DEVELOPMENT GOALS” e sui 17 goal di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, aggiungendo ai 17 un altro goal, il diciottesimo, l’impegno della BPW per la realizzazione degli obiettivi.