“Un pianeta da salvare: Sorella Acqua” è il titolo del convegno con cui la sezione Fidapa BPW Italy  di Trapani ha affrontato la tematica internazionale il  10 novembre 2018.

Al centro del convegno il Goal 6 ed i target:

  • proteggere e ripristinare ecosistemi legati alle acque
  • incoraggiare l’efficienza idrica e sostenere le tecnologie volte ai trattamenti.

Sono intervenuti,  porgendo i loro saluti, la Presidente di Sezione, Maria Barraco, la Past Presidente di Sezione Agostina Barraco, il Sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, la Segretaria Fidapa BPW Italy Distretto Sicilia, Caterina Salvo, la Financial Officer BPW International, Giuseppina Seidita. Ha aperto i lavori la Past Presidente Fidapa BPW Italy Distretto Sicilia, Rosa Maria La Scola, che ha presentato il tema internazionale “L’empowering delle donne per la realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile”,  soffermandosi sui diciassette obiettivi dell’Agenda ONU 2030  e , in particolare,  sul goal sei e sui relativi target.

Consapevoli che la qualità del territorio in cui viviamo è strettamente correlata alle azioni dell’uomo, si è voluta porre l’attenzione sulle acque reflue . Il riuso dei reflui (diretto ed indiretto), i costi del riuso, il rapporto costi/ benefici sono stati gli argomenti su cui professori universitari, politici e dirigenti della pubblica amministrazione si sono confrontati ed hanno espresso le proprie opinioni.

Di riuso di acque reflue e di utilizzo sostenibile delle risorse hanno parlato il Prof. Ing. Gaspare Viviani e l’ing. Daniele Di Trapani dell’Università di Palermo ; il prof. Dott. Giovanni Curatolo già titolare di Cattedra Paesaggistica ha posto l’attenzione sulla relazione tra acqua e qualità del paesaggio ; lo stato delle acque del territorio trapanese è stato il tema discusso  dal responsabile dell’ Ufficio Acque del Genio Civile di Trapani, ing. Giuseppe Marino; il Dr Giorgio Saluto (dirigente  dell’ASP di Trapani)  ha esposto gli aspetti sanitari relativi alle acque reflue e l’ ing. Fabio Sardo ( responsabile del consorzio di bonifica di Trapani) ed il dr. Alberto Di Girolamo (Sindaco della città di Marsala) hanno relazionato rispettivamente sui Consorzi di bonifica e sulla normativa regionale sul riuso dei reflui.

Sono emerse delle interessanti proposte quali:

  • il riuso del refluo nei mesi estivi, in agricoltura, dopo essere stato depurato ed accumulato in adeguate vasche, per sopperire all’assenza di precipitazioni;
  • la ricarica delle falde, il riuso civile ( p.es. per lo spegnimento di incendi) ed industriale.

Sono anche state valutate le criticità emergenti dall’eutrofizzazione dei bacini idrici alla presenza, nei reflui depurati, di sostanze ( p.es.  pesticidi o  altri residui chimici ) che potrebbero essere concausa delle malattie non trasmissibili e/o cronico-degenerative.

Aspetto estremamente interessante emerso nel corso del convegno è stata la correlazione tra elevato consumo di proteine animali e consumo di acqua necessario per il mantenimento degli allevamenti. Ne è emerso che la dieta mediterranea, grazie all’elevato consumo cibi di origine vegetale,  è quella correlata ad un minor dispendio di acqua. Ancora, la dissennata costruzione degli insediamenti umani sia dispersi che aggregati,  dal dopoguerra ad oggi, non tenendo conto dei corpi d’acqua e del decorso di fiumi e torrenti ha generato ed è causa della gran parte dell’ attuale dissesto idrogeologico con aree di elevata criticità.

Per salvare il pianeta e “ Sorella Acqua” è  quindi necessario ripartire dal rispetto e dalla cura del territorio  e la sezione FIDAPA BPW Italy di Trapani supporterà, compatibilmente con le proprie risorse, azioni volte al raggiungimento di tale finalità.